La produzione mondiale di acciaio grezzo per i 64 Paesi che fanno riferimento alla World Steel Association a luglio è stata di 152,7 milioni di tonnellate, con una diminuzione del 2,5% rispetto a luglio 2019.

«A causa delle difficoltà in corso presentate dalla pandemia di Covid-19 – spiega la WSA – molte delle cifre relative a questo mese sono stime che potrebbero essere riviste con l’aggiornamento della produzione del mese prossimo».

World Steel Association: «Meno acciaio a luglio»

La Cina ha prodotto 93,4 milioni di tonnellate di acciaio grezzo, in aumento del 9,1% rispetto a luglio 2019. Il Giappone si è fermato a 6 milioni, in calo del 27,9%. La produzione di acciaio della Corea del Sud è stata di 5,5 milioni di tonnellate, in calo dell’8,3% rispetto a luglio 2019.

La Germania ha prodotto 2,4 milioni di tonnellate, in calo del 24,7%, mentre la produzione complessiva nell’Ue è stimata a 9,8 milioni, in calo del 24,4% rispetto a luglio 2019.

Calo del 29,4% per gli Stati Uniti, che hanno prodotto 5,2 milioni di tonnellate di acciaio grezzo, mentre per la CSI la stima è di 8,1 milioni, in calo del 5,8%. Anche l’Ucraina lamenta una diminuzione dell’1,9%, a 1,8 milioni di tonnellate.

La produzione di acciaio grezzo della Turchia, invece, ha raggiunto i 3,1 milioni di tonnellate, in crescita del 7,4% rispetto a luglio 2019.

Per consultare il report completo cliccare sull’icona wsa

 

fonte: siderweb.com