Non sembrano subire l’effetto dei provvedimenti antidumpig di Usa e Ue le esportazioni cinesi d’acciaio. In accordo con i datti diffusi dal General Administration of Customs (il corrispettivo dell’Istat in Cina ndr.), le spedizioni cinesi di acciaio hanno subito a maggio un rialzo del 3,7% rispetto al mese precedente arrivano a toccare i 9,42 milioni di tonnellate spedite.

Nei primi cinque mesi dell’anno la Cina ha quindi spedito nel mondo ben 46,28 milioni di tonnellate di acciaio pari ad un incremento percentuale del 6,4%.
Il recupero nell’export è proporzionale all’incremento negli arrivi di materia prima, ed in particolare il minerale di ferro che nello stesso lasso di tempo sono cresciuti del 3,4% assestandosi a quota 86,75 milioni di tonnellate.
Minerale di ferro che nel dato complessivo dei primi cinque mesi dell’anno ha subito un incremento percentuale negli arrivi del 9,1% che corrisponde ad un totale di 412,5 milioni di tonnellate.

Fonte: siderweb.com

Leave a Reply