A settembre, rende noto l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica (Anfia), «sono stati rilasciati 1.198 libretti di circolazione di nuovi autocarri

(-22,7% rispetto a settembre 2019) e 723 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, (-17,7%), suddivisi in 75 rimorchi (-41,4%) e 648 semirimorchi (-13,7%)».

Entrambi i comparti «confermano un trend negativo nei primi nove mesi del 2019: 17.981 libretti di circolazione di nuovi autocarri, il 6,4% in meno del periodo gennaio-settembre 2018, e 11.219 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (-7,2% rispetto a gennaio-settembre 2018), così ripartiti: 1.077 rimorchi (-6,6%) e 10.142 semirimorchi (-7,2%)».

Sul trend negativo di entrambi i comparti, spiega Anfia, «pesa molto anche l’incertezza dei tempi di entrata in vigore del Decreto investimenti 2019/2020, che stanzia 25 milioni di euro per l’acquisto di veicoli a trazione alternativa, veicoli commerciali e industriali diesel euro 6 e rimorchi e semirimorchi per intermodalità con componentistica innovativa. La misura di quest’anno modificherà anche la fruizione degli incentivi: è previsto un bando “a sportello” fino ad esaurimento delle risorse di ciascun plafond, meccanismo che consentirà alle imprese di autotrasporto di avere certezza del quantum, ma che sta creando e creerà, nei prossimi mesi, delle oscillazioni di mercato».

 

FONTE: SIDERWEB.COM

Leave a Reply