Dopo marzo, anche il quarto mese del 2016 ha visto una frenata di arrivi sulle banchine dello scalo siderurgico di Porto Marghera. In termini tendenziali, il calo si è attestato ad un -33%. In accordo con i dati diffusi dall’Autorità Portuale, sono arrivate quasi 130 mila tonnellate di materiale in meno. In totale sono state sdoganate poco più di 261,5 mila tonnellate.

Da segnalare la totale assenza di arrivi di rottame e preridotto, con cali significativi anche per ghisa e coils, con ribassi rispettivamente del 55,5% e del 30,8%. In forte recupero invece le lamiere (+202,1%), le bramme (+25,7%) e le billette (13%).

 

 

 

Fonte: siderweb.com