Il terzo mese del 2021 è stato il miglior marzo degli ultimi 5 anni per la produzione italiana di acciaio.

Il dato mensile diffuso da Federacciai risulta non solo nettamente in crescita rispetto al medesimo mese dello scorso anno segnato dal lockdown, +68,8%, ma è superiore anche a tutti i volumi registrati dal 2016 in poi.
Le acciaierie nazionali hanno sfornato 2,312 milioni di tonnellate di acciaio, portando il saldo trimestrale a 6,286 milioni di tonnellate, pari a un +18,9% rispetto allo scorso anno.

È chiaro che sul tasso di crescita incide il confronto con un periodo caratterizzato da impianti fermi. Quel che rincuora, però, è che i numeri sono tranquillamente comparabili, se non superiori, a quelli degli anni pre-crisi, e questo con l’impianto di Taranto ancora lontano dai livelli produttivi ottimali.

Nel recupero infatti la parte del leone è giocata dai lunghi, che segnano un +96,6% mensile (1,264 milioni di tonnellate) e un +29,2% trimestrale con 3,376 milioni di tonnellate.
Per i piani invece la produzione mensile è cresciuta del 10,6% (943mila tonnellate), mentre quella trimestrale è a +3,1% con 2,777 milioni di tonnellate.

Federacciai: record per la produzione italiana di acciaio a marzo

Federacciai: record per la produzione italiana di acciaio a marzo

 

FONTE: SIDERWEB.COM