I media locali hanno riferito che la Turchia ha deciso di imporre dazi addizionali fino al 14% sulle importazioni di diversi tipi di prodotti di acciaio.

«Le importazioni di acciai piani laminati a caldo – è l’annuncio – saranno soggette a un dazio supplementare all’importazione del 14% fino al 30 settembre 2020, mentre una tariffa del 10% verrà applicata agli acciai piani laminati a freddo, mentre per il filo e i tubi i dazi aggiuntivi sarebbero compresi tra il 10 e l’11%».

Tra i prodotti interessati ci sono le lamiere laminate a caldo con i codici HS 7208 9080 1012 e 7208 9080 2012, quelle laminate a freddo con il codice HS 7208 9080 e quelle in lega con il codice HS 7225 9900 0090. I fili in lega sono quelli contraddistinti con i codici HS 7229 2000 0012, 7229 9050 0012 e 7229 9090 0012 e i tubi con i codici HS 7304 e 7306.

Tali aliquote saranno ridotte a ottobre, quando il dazio addizionale sui piani a caldo scenderà al 9% e quello sui piani a freddo al 5%, come pure fili e tubi.

Le importazioni di acciai piani della Turchia, tra gennaio e marzo 2020, sono state di circa 1,821 milioni di tonnellate, in aumento del 24,73% rispetto alle 1,460 tonnellate importate nel primo trimestre del 2019.

 

FONTE: SIDERWEB.COM

Leave a Reply