Dopo alcune settimane di rumor, si è concretizzato il ritorno di Vincenzo Dimastromatteo nel siderugico tarantino. L’ex ad di Acciaieria Arvedi assume infatti l’incarico di direttore dello stabilimento siderurgico Acciaierie d’Italia (ex Ilva), alle dirette dipendenze del CEO Lucia Morselli e del coordinamento tecnico dell’ingegner Adolfo Buffo.
La nomina è arrivata con un ordine di servizio firmato dal direttore delle Risorse Umane di Acciaierie d’Italia, Arturo Ferrucci.

Dimastromatteo, che sotto la gestione Riva era responsabile dell’area altiforni, subentra a Loris Pascucci, che assume l’incarico di direttore degli Investimenti Speciali per lo stabilimento di Taranto.

Una figura nuova ma non meno importante, fanno sapere fonti vicine all’azienda, dal momento che alla luce degli obiettivi sfidanti del nuovo piano industriale servirà tenere ritmi serrati nel revamping degli impianti. Pascucci infatti vanta una grande esperienza in Paul Wurth, tra i soggetti chiamati ad intervenire sul siderurgico. Basti pensare che il piano di investimenti prevede in tempi strettissimi (industrialmente parlando) l’installazione di preriduttori e forni elettrici oltre al completo rifacimento di Afo 5.

 

FONTE: SIDERWEB.COM