Dopo i record di crescita di gennaio, il secondo mese del 2019 parte più cauto per la produzione di acciaio degli Stati Uniti.

Come registrato dall’American Iron and Steel Institute, dal 4 al 9 febbraio le acciaierie a stelle e strisce hanno prodotto 1,897 milioni di tonnellate, lo 0,4% in meno rispetto alla settimana precedente. Nettamente positivo invece il confronto con il 2018: la crescita percentuale tendenziale è del 4,4%. Si mantiene su buoni livelli anche il tasso di utilizzo degli impianti, stabile all’81,5%.

Il dato annuo vede gli USA sfiorare, tra l’1 gennaio e il 9 febbraio, gli 11 milioni di tonnellate, in crescita del 9,3% sul 2018. Anche in questo caso la media di utilizzo degli impianti è superiore all’80%.

 

 

Fonte: siderweb.com