China News ha riferito che Li Xinchuang, capo ingegnere dell’Istituto metallurgico e di ricerca dell’industria cinese, ha affermato che «l’eccesso di offerta dell’acciaio incide pesantemente sul settore siderurgico in Cina poiché circa 80 milioni di tonnellate di nuova capacità arriveranno sul mercato quest’anno a causa della diminuzione della domanda dovuta al Covid-19».

Li Xinchuang ha aggiunto che «se la produzione delle aziende siderurgiche supera la domanda del mercato, la riduzione delle scorte sarà difficile da realizzare. Le scorte elevate potrebbero diventare la norma nel mercato dell’acciaio quest’anno. Allo stesso tempo, le scorte elevate causeranno erosioni dei prezzi e avranno un impatto sul fatturato totale».

Secondo l’esperto, la produzione di acciaio grezzo della Cina «dovrebbe superare il miliardo di tonnellate quest’anno e rappresenterà probabilmente oltre il 56% della produzione globale».

 

FONTE: SIDERWEB.COM