Il provvedimento riguarda l’importazione dei piani a freddo da Cina e Russia: è questa la decisione della Commissione Europea che cerca di arginare quella che ritiene essere la concorrenza sleale dei colossi dell’est.

Il dazio imposto oscilla dal 13,8% al 16% per quanto riguarda i produttori cinesi, mentre si attesta all’interno di una forcella ancora maggiore, cioè tra il 19.8% e il 26,2% nel caso dei produttori russi.
L’inchiesta che ha portato alla succitata decisione ha preso le mosse da una denuncia di quasi un anno fa, presentata da Eurofer in rappresentanza di un nutrito gruppo di produttori di piani a freddo. Eurofer non si è detta però del tutto soddisfatta del rimedio, in quanto i margini imposti ai produttori cinesi sarebbero insufficienti a contrastarne l’importazione.
Di seguito riportiamo l’elenco dei codici doganali oggetto del provvedimento: 720915 00, 720916 90, 720917 90, 720918 91, 720918 99, 720925 00, 720926 90, 720927 90, 720928 90, 721123 30, 721123 80, 721129 00, 722550 80, 722692 00.

 

A. Sabini Fender

Leave a Reply