Un milione e 716mila tonnellate di acciaio sono stati prodotti negli Stati Uniti nella settimana che si è chiusa lo scorso sabato 14 gennaio, sfruttando al 72,3% la capacità produttiva degli impianti.

Pubblicato in News 2017

La parola «cemento» nel giro di quattro anni potrebbe non essere legata solo al tondo, quando si parla di acciaio. La Technische Universiteit di Eindhoven in collaborazione con alcuni partner industriali, tra cui Tata Steel, ha avviato uno studio per valutare la possibilità di ricavare del cemento dalle scorie di acciaieria, che pur avendo una base chimica simile differiscono per le percentuali di presenza dei vari elementi.

Pubblicato in News 2017

Forse potrà essere ricordato come l’anno della consapevolezza. Il 2016 è l’anno nel quale l’industria dell’acciaio è tornata prepotentemente protagonista sui tavoli della politica. Purtroppo, la ribalta del settore è arrivata a causa dell’overcapacity, vero tallone d’Achille di un comparto che stenta a superare le secche della crisi. Vediamo, nel dettaglio, le tappe nelle quali il mondo ha “riscoperto” la siderurgia. E il modo con cui ha deciso di affrontarne i problemi.

Pubblicato in News 2016

L’acciaio è un elemento chiave dell’economia circolare. Per questo motivo l’associazione globale dei produttori siderurgici, World Steel Association, ha realizzato un volume dal titolo: «Steel in the circular economy - A life cycle perspective» che analizza il «ruolo critico – si legge nella comunicazione dell’ente – dell’acciaio nel realizzare una concreta sostenibilità della nostra società» e che chiede «un ripensamento globale alla regolamentazione in tutti i settori di mercato in tutte le aree mondiali».

Pubblicato in News 2015

Il parlamento europeo chiede che il lavoro fatto in questi ultimi anni sul settore siderurgico non vada perso. E lo fa approvando una risoluzione (nell'allegato si può leggere la traduzione provvisoria del testo), che chiede il rilancio dell’action plan targato Tajani e la prosecuzione del confronto attraverso il Gruppo di Alto Livello.

Pubblicato in News 2014

Il rottame perde 30 euro la tonnellata nel giro di un mese. Secondo quanto appreso da Siderweb, infatti, la materia prima ha lasciato sul terreno, appunto, tra i 25 ed i 35 euro la tonnellata a seconda delle categorie, a causa di un indebolimento dei mercati internazionali, di una scarsa richiesta da parte delle acciaierie nazionali e del guasto al forno di Arvedi, che ha tenuto fermo il produttore cremonese per quasi due settimane a metà ottobre.

Pubblicato in News 2014
Pagina 2 di 2

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Aprile 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.