Venerdì, 27 Giugno 2014 00:00

Istat - Commercio estero Extra Ue: a maggio, variazioni positive

Rispetto al mese di aprile, gli scambi commerciali con i Paesi al di fuori dei confini dell’Ue hanno evidenziato nel quinto mese del 2014 variazioni positive. Nello specifico, l’export è salito del 5,7%, mentre l’import è cresciuto del 4,8%. Secondo la rilevazione effettuata da Istat, la sostenuta crescita congiunturale delle vendite verso i paesi extra Ue, estesa a tutti i raggruppamenti principali di beni, è in larga misura spiegata dall’export di beni strumentali che hanno segnalato una crescita del 9,8%.

L’import, invece, è accelerato principalmente grazie alla rincorsa che ha fatto registrare il settore dei prodotti energetici, cresciuti del +16,3%. Gli acquisti di beni di consumo durevoli sono in forte crescita (+11,2%), mentre risultano in calo quelli di prodotti intermedi (-2,0%). Su base trimestrale, invece, la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue è negativa (-1,4%), ma risulta stazionaria se considerata al netto dell’energia. La rilevante crescita delle vendite di beni strumentali (+2,6%) e di beni di consumo durevoli (+2,7%) contrasta il calo degli altri raggruppamenti principali di beni. Nel mese di maggio 2014, i mercati di sbocco più dinamici sono EDA (+12,8%), Cina (+9,0%) e Stati Uniti (+7,7%). Crescono gli acquisiti di beni provenienti da Svizzera (+7,9%), Turchia (+5,8%) e Stati Uniti (+4,0%).



Fonte: siderweb.com

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Luglio 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.