Mercoledì, 22 Giugno 2011 00:00

Costruzioni - Dopo il tonfo da 25 miliardi il biennio 2011/2012 rappresenta la «resa dei conti»

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si sa la freddezza dei numeri appare spesso spietata. Soprattutto quando sono preceduti da un segno meno a rappresentare come la crisi abbia avuto un impatto devastante su conti e produzione. Sono ancora numeri difficili quelli ufficializzati ieri dal Cresme nell’assemblea annuale di Federcostruzioni, in cui si evidenzia come in tre anni il comparto abbia perso ben 25 miliardi di euro, con una ripresa che continua a zoppicare anche nel 2011 dove sul fronte prezzi si prevede un’ulteriore calo almeno dello 0,5% dopo il -6,6% dell’anno precedente.
Anche nell’anno in corso a subire la maggior flessione per le nuove costruzioni è l’edilizia residenziale, -2,9% sull’anno precedente, seguita da quella non residenziale, -2,5%, mentre restano a +2% le riqualificazioni.
La speranza di un contributo alla ripresa da parte delle opere pubbliche è stata però disillusa, in accordo con i dati del Centro ricerche economiche sociali di mercato per l’edilizia e il territorio, gli investimenti per le nuove opere di genio civile hanno infatti registrato una flessione del 11% nel 2010 e del 3% nel 2011.
Dati che hanno portato il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia a quello di Federcostruzioni Paolo Buzzetti ad un nuovo appello per lo sblocco di fondi e una riduzione della burocratizzazione anche perché il biennio 2011-2012 rappresenta la resa dei conti per la capacità competitiva del settore.

 

 

************************************

  Rispettando la legge sul diritto d'autore, siamo stati espressamente autorizzati da Siderweb S.p.A. alla pubblicazione di parte dei contenuti del sito di Siderweb S.p.A..

Letto 5140 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2013 11:21

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.