Martedì, 01 Settembre 2009 00:00

Focus sulla settimana dal 24/08/09 al 29/08/09

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Rottame - Si muove il mercato internazionale del rottame ad agosto. Mentre in Italia il comparto è rimasto praticamente fermo, a livello europeo ed internazionale le quotazioni della materia prima si sono rafforzate. A provocare l’incremento dei prezzi di circa 40-50 dollari alla tonnellata è stata la domanda turca e dell’estremo oriente. Inoltre, un quantitativo crescente di rottame europeo è stato indirizzato verso i porti del Mare del Nord per l’export, provocando la carenza di materiale per i mercati interni.

Agosto non è stato un mese di riposo per il rottame tedesco. Secondo i dati di WV Stahl, infatti, tra il 20 luglio ed il 20 agosto le quotazioni della materia prima sul mercato teutonico sono salite tra il 14% e il 27% su mese a seconda delle categorie rilevate.

 

Extra rottame - Spinge sull’acceleratore l’extra rottame di ArcelorMittal. Dal 1° settembre infatti la componente aggiuntiva del prezzo delle travi si attesterà a 103 euro alla tonnellata contro i 76 euro/ton di agosto. Incrementi anche per Peiner Traeger. Il mese prossimo infatti l’extra sarà di 115 euro la tonnellata, contro gli 87 del mese precedente.

 

Travi – Stefana mette mano ai propri prezzi. Il produttore bresciano ha infatti comunicato ai propri clienti che, a partire dal 26 agosto,  il prezzo minimo partenza delle travi è salito a 200 euro alla tonnellata mentre ai laminati mercantili è stato apportato un rincaro di 30 euro alla tonnellata.

Peiner Traeger ritocca il proprio listino. Il produttore ha infatti reso noto che a partire dal 1° ottobre il prezzo base delle travi subirà un incremento di 25 euro alla tonnellata.

 

Lunghi - L’incremento del prezzo del rottame ha fatto sentire il proprio influsso anche sul mercato internazionale dei lunghi. Gli incrementi, che hanno interessato soprattutto tondo e vergella, hanno toccato specialmente la zona del Medio Oriente e del Nord Africa e sono stati di qualche decina di euro la tonnellata, ma inferiori all’aumento del prezzo del rottame. Controcorrente solo la Cina, dove sul mercato interno si è registrata una flessione di 30-40 dollari la tonnellata. Il mercato italiano, assente nel periodo agostano, ad oggi non è stato ancora colpito dagli incrementi dei prezzi nonostante i produttori abbiano avanzato richieste di aumenti.

 

Inox - Materie prime scottanti per l’inox ad agosto. La crescita del valore di nickel (passato dai 16.400 dollari la tonnellata circa di fine luglio agli oltre 21.000 di metà agosto) e molibdeno ha trascinato verso l’alto le quotazioni dei piani, facendole lievitare di alcune centinaia di dollari la tonnellata. L’Italia, nei primi giorni di attività, è stata investita dal fenomeno ed attualmente si parla di aumenti cospicui sia della base sia degli extra.

 

Produzione mondiale –Torna sopra i 100 milioni di tonnellata la produzione mensile di acciaio. Secondo i dati diffusi dalla World Steel Association nel mese di luglio l’industria siderurgica globale ha sfornato 103,861 milioni di tonnellate di acciaio grezzo, con un incremento del 4,2% rispetto al mese di giugno. Ancora negativo, invece, il confronto con l’anno precedente a -11,1%.

Nel continente europeo l’output di prodotti in acciaio è stato di 11,244 milioni di tonnellate, con una riduzione del 35,6% rispetto al luglio dell’anno scorso. In particolare, l’Italia fa segnare -43,2%.


*********************************
Rispettando la legge sul diritto d'autore, siamo stati espressamente autorizzati da Siderweb S.p.A. alla pubblicazione di parte dei contenuti del sito www.siderweb.com.
Letto 5520 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2013 11:21
ESS

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Maggio 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.