Mercoledì, 24 Settembre 2008 00:00

Economia & Mercati:Cala l

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Mondo

Ancora in negativo il superindice economico USA di agosto, che dopo il -0,7% di luglio ha segnato -0,5% (contro una previsione di -0,2%). Il valore attuale (100,7 punti) risulta il più basso da ottobre 2004. In calo anche l’indice della produzione industriale che perde l’1,1% toccando quota 110,3 punti. Bene invece l’inflazione, che ad agosto per la prima volta in due anni si sgonfia. Il rallentamento dell’economia e i minori costi energetici hanno condotto a una variazione di -0,1% rispetto al mese precedente, in linea con le previsioni degli analisti. Il dato core al netto di alimentari ed energia segna +0,2%. Sempre ad agosto crisi per il settore immobiliare: i nuovi cantieri sono crollati ai minimi da 17 anni, con un -33% sullo stesso mese 2007.

In Giappone la fiducia dei consumatori segna un nuovo record negativo nel mese di agosto. L’indice relativo è sceso infatti a quota 30,1 punti: si tratta del quinto ribasso consecutivo oltre che del peggior risultato dal 1982.

Europa

Inflazione in calo in Europa. Secondo i dati Eurostat infatti l’indice che misura i prezzi al consumo nel mese di agosto è passato al 3,8% dal 4% di luglio. I valori più bassi si registrano in Olanda (3%), Portogallo (3,1%) e Irlanda (3,2%), mentre quello più alto in Lettonia (15,6%). A tenere alta l’inflazione europea sono stati principalmente abitazioni e trasporti, entrambi al 6,3%, e gli alimentari, al 6,2%. Sempre Eurostat rende noto che nei 15 paesi dell’Eurozona nel secondo trimestre il costo del lavoro è cresciuto del 2,7% annuo. Nell’Europa a 27 invece l’aumento è del 3,4% annuale. La voce in maggior aumento risulta la manodopera del settore costruzioni (+3,8%).

Scendono in Germania i prezzi alla produzione: -0,6% ad agosto. Su base annua sono invece saliti dell’8,1%. Entrambi i dati vanno oltre le attese, che stimavano un -0,4% sul mese e un +8,4% sull’anno. Sempre in Germania l’indice Zew, che misura le attese del settore finanziario, è salito a settembre a quota -41,5 punti contro il -55,5 di agosto. Il risultato va oltre le aspettative degli analisti, che prevedevano un valore di -52. Migliora anche l’indice relativo alla situazione corrente, che a settembre passa a -1 dai -9,2 punti di agosto.

Crescita record per l’inflazione in Gran Bretagna ad agosto, in controtendenza con l’andamento medio europeo. I prezzi al consumo inglesi sono infatti saliti del 4,7% annuo, il livello più elevato dal 1997 e per il quarto mese consecutivo oltre il tetto del 3% fissato dal governo di Londra. In crescita anche la rilevazione al netto di alimenti ed energia, che sale del 2%.

Italia

Inflazione rivista al rialzo in agosto: il dato definitivo si attesta al 4,1%, lo stesso livello di luglio, contro la precedente stima del 4%. Continuano a salire gli alimentari, mentre benzina e gasolio rallentano la loro corsa (rispettivamente -4,2% e -4,9% su luglio).

Sale l’export italiano nei primi sei mesi dell’anno. Secondo i dati resi noti dall’Istat infatti le esportazioni sono cresciute del +5,9%, spinte in particolare dai prodotti petroliferi raffinati (+24,5%) e dagli alimentari (+13,8%).


*********************************
Rispettando la legge sul diritto d'autore, siamo stati espressamente autorizzati da Siderweb S.p.A. alla pubblicazione di parte dei contenuti del sito www.siderweb.com.
Letto 5826 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2013 11:21
ESS

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.