Giovedì, 01 Maggio 2008 00:00

Il punto su billette, tondo per cemento armato e vergella

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Si surriscalda il mercato dei lunghi in Italia e all’estero. Secondo quanto appreso da Siderweb infatti, il comparto sta vivendo una forte tensione rialzista con quotazioni che stanno schizzando verso l’alto trainate da una materia prima che ha raggiunto quotazioni stellari.

A livello internazionale i prezzi del rottame stanno infatti crescendo tanto che un importante trader ha riportato a Siderweb di aver concluso una trattativa di rottame in Turchia a 679 dollari alla tonnellata CIFO. La sensazione che si respira quindi sul mercato è che l’ondata di aumenti che ha interessato la materia prima possa arrivare anche nel Belpaese portando a rincari di 30-40 euro alla tonnellate nel giro dei prossimi sette giorni.

Il caro-rottame sta portando a pesanti ripercussioni sui prodotti finiti e sui semilavorati. Il prezzo delle billette ha infatti raggiunto cifre record attestandosi oggi a 990 dollari alla tonnellata CIFO con partenza dall’Ucraina ma secondo gli operatori la settimana prossima si supererà la soglia dei 1.000 dollari.

La musica non cambia se si parla di vergella. Il prezzo del prodotto da forno elettrico sta aumentando di settimana in settimana. Dalla Turchia, con imbarco a fine giugno, le quotazioni della vergella per rete elettrosaldata si attestano a 680-695 euro alla tonnellata FOB mentre la vergella da trafila è arrivata a quota 710-720 euro alla tonnellata FOB. Dalla Cina, con imbarco ad agosto, i prezzi sono compresi tra i 680-685 euro alla tonnellata CIFO per la vergella da rete e tra i 700-710 euro alla tonnellata CIFO per la vergella da trafila.

Da segnalare inoltre un inaridimento degli arrivi dal Paese del Dragone che si acuirà maggiormente nei prossimi mesi. Oltre al rallentamento dell’export causato da provvedimenti governativi (taglio dei rimborsi all’iva e dazi alle esportazioni), gli operatori riportano difficoltà a fare ordini a causa delle festività cinesi che interessano il mese di maggio e per la riduzione della produzione di alcune acciaierie in vista delle Olimpiadi di Pechino.

Sul versante Italia la situazione non è diversa. Attualmente le acciaierie hanno sospeso le vendite o stanno vendendo a prezzi molto alti perché intendono capire come si evolverà il mercato e quali saranno le ripercussioni dell’accelerazione delle quotazioni del rottame.  Sul territorio nazionale si segnala quindi ancora shortage di materiale per quanto riguarda la vergella e difficoltà di reperimento per il tondo. Attualmente il tondino ha raggiunto quota 500 euro alla tonnellata reso, la vergella per rete elettrosaldata è arrivata a 710 euro alla tonnellata reso mentre la vergella da trafila si è attestata a 730/740 euro alla tonnellata reso.

Le previsioni per le prossime settimane parlano di ulteriori rincari provocati da questo sprint del rottame.  

*********************************
Rispettando la legge sul diritto d'autore, siamo stati espressamente autorizzati da Siderweb S.p.A. alla pubblicazione di parte dei contenuti del sito www.siderweb.com.
Letto 7663 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2013 11:21
ESS

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Settembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.