Venerdì, 25 Aprile 2008 00:00

Eurofer:L

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
La situazione dei settori chiave dell’utilizzo rimane soddisfacente». Così Eurofer commenta l’andamento dei comparti utilizzatori dell’acciaio nel 2008. Nonostante «un rallentamento nel primo trimestre dell’anno», infatti, «le previsioni per la crescita della produzione dal secondo trimestre in poi sono orientate ad un aumento superiore al 3%, per un risultato annuo complessivo del +2,6%». L’Europa centrale «farà registrare un tasso di sviluppo più elevato». Per il 2009, le aspettative sono per un incremento dell’attività dei settori utilizzatori dell’1,9%. L’unico punto critico per l’anno prossimo potrebbe essere rappresentato «da un ulteriore rafforzamento dell’euro».


eurofer_1_387
eurofer_2_273
Analizziamo più nel comparto i settori.

Costruzioni – Dopo un inizio contrassegnato dal segno meno, il settore delle costruzioni si riprenderà nel corso del 2008. «Il rallentamento di Spagna e Belgio-Lussemburgo ha condizionato il risultato nel primo trimestre – commenta Eurofer -. A partire dal secondo trimestre, invece, è atteso un rimbalzo e il settore nel complesso farà registrare un aumento della produzione dell’1,9%». Nel 2009 il dato scenderà al +1,6%.


costruzioni_eurofer_apr08_424
Ingegneria meccanica – Le aspettative per il settore dell’ingegneria meccanica nel 2008 «sono per un rafforzamento del comparto, nonostante il recente aumento del valore dell’euro e il rallentamento della domanda internazionale». Dopo un 2007 da record (+9,3%), quindi, anche il 2008 riserverà sorprese positive (+4,3%) ed il 2009 sarà ancora in progresso (+2%).


meccanica_eurofer_apr08_431
Automotive – «Le prospettive per l’automotive per il biennio 2008/09 – si legge nella nota Eurofer – sono relativamente favorevoli». La domanda di veicoli in Europa segnerà un modesto ma continuo incremento, mentre l’export, penalizzato dall’euro forte, potrebbe «soffrire di più». Le ultime proiezioni per il settore sono per un incremento della produzione del 2,2% nel 2008 e dell’1,9% nel 2009.


auto_eurofer_apr08_406
Tubi – Nel comparto dei tubi, il mercato rimane diviso in due aree distinte. I tubi saldati di piccole dimensioni, infatti, «la forte competizione internazionale e la riduzione degli stock della distribuzione ha messo la domanda sotto pressione» portando ad un calo dell’output complessivo della produzione sia nel quarto trimestre del 2007 (-3,2%), sia nel primo trimestre del 2008 (-1,9%). Dal secondo trimestre, invece, «ci sarà un moderato rimbalzo dell’output, grazie al riallineamento della situazione della domanda-offerta di tubi saldati di piccole dimensioni». Per quel che riguarda i tubi saldati di grandi dimensioni e i tubi senza saldatura, invece, «l’outlook è migliore». Anche se i secondi «potrebbero subire l’aumento della concorrenza cinese».

La produzione del settore nel suo complesso, comunque, salirà dell’1,6% nel 2008 e dell’1,3% nel 2009.


tubi_eurofer_apr08_426
Elettrodomestici – L’output del comparto degli elettrodomestici crescerà dell’1,4% nel 2008, mezzo punto in meno rispetto alle precedenti previsioni. Secondo Eurofer il settore «nel primo trimestre ha mostrato un calo del 2,7% della produzione, mentre a partire dal secondo farà registrare numeri più incoraggianti, fino ad arrivare al +4,7% del quarto trimestre». Nel 2009 l’incremento dell’output sarà dell’1,8%.

elettrodomestici_eurofer_apr08_422

*********************************
Rispettando la legge sul diritto d'autore, siamo stati espressamente autorizzati da Siderweb S.p.A. alla pubblicazione di parte dei contenuti del sito www.siderweb.com.
Letto 6503 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2013 11:21
ESS

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Marzo 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.