News

Un approccio sui «Three traks of work». Vale a dire: salvaguardia, ricorso a WTO e misure di risposta. Questa la proposta avanzata dal presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, dal vicepresidente Jyrki Katainen e dal commissario al commercio Cecilia Malmström, in risposta agli eventuali dazi americani sull’acciaio su cui il collegio commissariale europeo ha dato il pieno appoggio.

I dazi doganali sulle importazioni di prodotti siderurgici negli Stati Uniti, che l’amministrazione Trump intende introdurre, avranno conseguenze tutto sommato marginali sulle esportazioni di tali prodotti da parte delle imprese siderurgiche italiane.

Non si è fatta attendere la reazione dei produttori europei di acciaio rappresentati da Eurofer all’annuncio dell’ormai prossimo varo dei dazi americani sull’acciaio.

Un 2017 in lieve aumento, mentre a gennaio 2018 le banchine di Porto Marghera hanno lavorato forsennatamente per movimentare prodotti in acciaio. Questo, in breve, l’andamento delle importazioni di materie prime, semilavorati e materie prime siderurgiche nello scalo veneto.

 

L’acciaio italiano è ormai avviato verso la ripresa. Il primo mese del 2018 si è già affermato come il migliore degli ultimi tre anni con un recupero del 5,3% su gennaio 2017.

Dicembre positivo per il fatturato dell’industria italiana. Nel report diffuso da Istat, infatti, viene evidenziato che l’incremento congiunturale del giro d’affari si è attestato al 2,5%.

«Ci auguriamo che il presidente degli Stati Uniti non “prema il grilletto” di una nuova guerra commerciale».

Nella campagna elettorale più noiosa e più difficilmente interpretabile degli ultimi vent’anni è interessante capire come i principali partiti e schieramenti intendono muoversi rispetto al mondo dell’impresa.

Netta crescita del commercio italiano nel 2017. L’Istat ha certificato che lo scorso anno rispetto al 2016 le esportazioni sono salite del 7,4% in valore e del 3,1% in volume, mentre le importazioni hanno registrato un incremento del 9% in valore e del 2,6% in volume.

BRESCIA – La crescita c’è e per il nostro Paese si è mostrata più robusta di quanto previsto. E poi è tornata dopo lungo tempo ad essere generalizzata, su scala globale, e non più appannaggio esclusivo dei Paesi emergenti.

Pagina 5 di 18

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.