News
Martedì, 30 Maggio 2017 06:00

Marzo: fatturati in crescita - L’Istat registra un calo degli ordinativi. Bene la metallurgia

Marzo a due velocità in termini di fatturato e ordinativi dell’industria italiana. Se, infatti, il primo indicatore rispetto al mese precedente registra un +0,5%, il secondo evidenzia una contrazione del 4,2%.

 

In termini trimestrali, il fatturato segnala un +0,4% rispetto ai tre mesi precedenti, mentre gli ordinativi si attestano in territorio positivo dell’1,5%.

Tornando al confronto mensile, il report diffuso da Istat riferisce come l’andamento del fatturato del terzo mese del 2017 sia il frutto dell’aumento dell’1,1% sul mercato interno e una riduzione su quello estero dello 0,9%. Puntano verso il basso, invece, entrambi i flussi di ordinativi che, rispettivamente, scendono dello 0,8% sul mercato interno e dell’8,3% su quello estero.

Il confronto tendenziale del fatturato (+10,6%) evidenzia aumenti generalizzati su tutti i settori indagati dall’Istat, con particolare incremento per la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati che tocca il +22,6%. Il confronto con marzo 2016 per l’indicatore relativo agli ordinativi è positivo per il 9,2%, con l’incremento più rilevante registrato nell’industria del legno, della carta e della stampa (+23,9%).

Il terzo mese dell’anno in corso rispetto a quello del precedente mostra significativi aumenti nel settore della metallurgia e della fabbricazione di prodotti in metallo. Il fatturato sale del 14,3% mentre gli ordinativi guadagnano il 19,1%.

 

 

 

 

 

Fonte: siderweb.com

Ultima modifica il Lunedì, 29 Maggio 2017 06:47

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Agosto 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.